You are hereLe specie italiane

Le specie italiane


Ecco chi sono i pipistrelli italiani, di seguito ritrovate le schede sintetiche riferite a ciascuno di loro. La caratterizzazione comprende aspetti relativi a parametri biometrici, geonemia, ecologia e comportamento riproduttivo di ciascuna specie. Storia della checklist italiana.



Rinolofidi

Rinolofo Eurìale
Rhinolophus euryale

Foto di Francesco Bettaglio

Specie di medie dimensioni legata esclusivamente all'ambiente ipogeo.

Scheda dettagliata

Foto di Francesco Bettaglio

Rinolofo maggiore
Rhinolophus ferrumequinum

Foto di Martina Spada

Conosciuto anche come "ferro di cavallo maggiore", è la specie più grande tra i rinolofidi italiani.

Scheda dettagliata

Foto di Martina Spada   

Rinolofo minore
Rhinolophus hipposideros

Foto di Martina Spada

La specie più piccola tra i "ferri di cavallo" italiani, non molto comune, ma presente in tutta Italia.

Scheda dettagliata

Foto di Martina Spada

Rinolofo di Méhely
Rhinolophus mehelyi

Foto di Massimo Bertozzi

In Italia è il "ferro di cavallo" più raro, lo si ritrova solamente nelle grotte di Sicilia e Sardegna.

Scheda dettagliata

Foto di Massimo Bertozzi   

 

Vespertilionidi

Barbastello
Barbastella barbastellus

Foto di Massimo Bertozzi

Specie forestale riconoscibile per la forma delle orecchie che si riuniscono sopra la fronte.

Scheda dettagliata

Foto di Massimo Bertozzi

Serotino di Nilsson
Eptesicus nilssonii

Foto di Stefania Mazzaracca

L'unica specie capace di riprodursi oltre il Circolo Polare Artico, in Italia è presente solo sulle Alpi.

Scheda dettagliata

Foto di Stefania Mazzaracca   

Serotino comune
Eptesicus serotinus

Foto di Giacomo Maltagliati

Pipistrello fessuricolo di grandi dimensioni che spesso utilizza gli edifici come rifugio.

Scheda dettagliata

Foto di Giacomo Maltagliati

Pipistrello di Savi
Hypsugo savii

Foto di Giacomo Maltagliati

Specie fessuricola comune in città, è scura sul dorso ed ha il ventre di colore bianco.

Scheda dettagliata

Foto di Giacomo Maltagliati   

Vespertilio di Alcathoe
Myotis alcathoe

Foto di...

Specie criptica del gruppo "mustacchino", recentemente individuata in Abruzzo.

Scheda dettagliata

Foto di...

Vespertilio di Bechstein
Myotis bechsteinii

Foto di...

Pipistrello strettamente legato alla presenza di boschi maturi di latifoglie.

Scheda dettagliata

Foto di...   

Vespertilio di Blyth
Myotis blythii

Foto di Martina Spada

Specie difficilmente distinguibile dal vespertilio maggiore, con cui spesso forma grandi aggregazioni.

Scheda dettagliata

Foto di Martina Spada

Vespertilio di Brandt
Myotis brandtii

Foto di Stefania Mazzaracca

Specie molto simile al vespertilio mustacchino, segnalata in Abruzzo e recentemente anche al nord.

Scheda dettagliata

Foto di Stefania Mazzaracca   

Vespertilio di Capaccini
Myotis capaccinii

Foto di Paolo Bonazzi

Particolarmente legato agli ambienti umidi, questo pipistrello è in netta diminuzione in Italia.

Scheda dettagliata

Foto di Paolo Bonazzi

Vespertilio di Daubentòn
Myotis daubentonii

Foto di Bruno de Faveri

E' in grado di cibarsi anche di piccoli pesci ed avannotti che cattura con gli arti posteriori sul pelo dell'acqua.

Scheda dettagliata

Foto di Bruno de Faveri   

Vespertilio smarginato
Myotis emarginatus

Foto di Mattia Panzeri

Deve il suo nome alla forma delle orecchie, in Italia è presente la più grande colonia riproduttiva europea.

Scheda dettagliata

Foto di Mattia Panzeri

Vespertilio maggiore
Myotis myotis

Foto di Francesco Battaglio

Tra i più grandi pipistrelli italiani, questa specie cattura le sue prede generalmente al suolo.

Scheda dettagliata

Foto di Francesco Battaglio   

Vespertilio mustacchino
Myotis mystacinus

Foto di Stefania Mazzaracca

Specie recentemente distinta in più entità, tra loro morfologicamente molto simili.

Scheda dettagliata

Foto di Stefania Mazzaracca

Vespertilio di Natterer
Myotis nattereri

Foto di Bruno de Faveri

Pipistrello che si nutre principalmente di insetti diurni catturati direttamente sulla vegetazione.

Scheda dettagliata

Foto di Bruno de Faveri   

Vespertilio maghrebino
Myotis punicus

Foto di...

Specie con distribuzione nord africana, è stata recentemente ritrovata in Sardegna.

Scheda dettagliata

Foto di...

Nottola gigante
Nyctalus lasiopterus

Foto di Massimo Bertozzi

La specie più grande presente in Italia, è in grado di predare anche piccoli uccelli.

Scheda dettagliata

Foto di Massimo Bertozzi   

Nottola di Leisler
Nyctalus leisleri

Foto di Massimo Bertozzi

Specie forestale tipicamente migratrice, è la più piccola tra le nottole italiane.

Scheda dettagliata

Foto di Massimo Bertozzi

Nottola comune
Nyctalus noctula

Foto di Massimo Bertozzi

Pipistrello legato alla presenza di aree boscate, caccia spesso sopra la chioma degli alberi.

Scheda dettagliata

Foto di Massimo Bertozzi   

Pipistrello albolimbato
Pipistrellus kuhlii

Foto di Felice Farina

Specie frequente in ambito urbano, deve il suo nome ad una bordatura chiara delle ali.

Scheda dettagliata

Foto di Felice Farina

Pipistrello di Nathusius
Pipistrellus nathusii

Foto di Felice Farina

Grande migratore, si tratta di un pipistrello fortemente legato all'ambiente forestale.

Scheda dettagliata

Foto di Felice Farina   

Pipistrello nano
Pipistrellus pipistrellus

Foto di Felice Farina

Una delle più piccole specie tra i pipistrelli italiani, la si ritrova spesso in ambiente urbano.

Scheda dettagliata

Foto di Felice Farina

Pipistrello pigmeo
Pipistrellus pygmaeus

Foto di Felice Farina

Identico al pipistrello nano dal quale si distingue per la frequenza d'emissione degli ultrasuoni.

Scheda dettagliata

Foto di Felice Farina   

Orecchione bruno
Plecotus auritus

Foto di Bruno de Faveri

Il più spiccatamente legato all'ambiente boschivo tra gli orecchioni italiani.

Scheda dettagliata

Foto di Bruno de Faveri

Orecchione meridionale
Plecotus austriacus

Foto di Paolo Agnelli

Specie che occasionalmente frequenta anche gli ambienti urbani.

Scheda dettagliata

Foto di Paolo Agnelli   

Orecchione alpino
Plecotus macrobullaris

Foto di Stefania Mazzaracca

Molto simile all'orecchione bruno, è stato recentemente individuato nel nord Italia.

Scheda dettagliata

Foto di Stefania Mazzaracca

Orecchione sardo
Plecotus sardus

Foto di...

Unica specie endemica dell'Italia, è stata recentemente scoperta in Sardegna.

Scheda dettagliata

Foto di...   

Serotino bicolore
Vespertilio murinus

Foto di Martina Spada

Pipistrello segnalato esclusivamente per le regioni nord orientali dell'Italia.

Scheda dettagliata

Foto di Martina Spada

 

Miniotteridi

Miniottero
Miniopterus schreibersii

Foto di Martina Spada

Specie riconoscibile tra le italiane per le piccole orecchie, si trova nelle grotte del centro e sud Italia.

Scheda dettagliata

Foto di Martina Spada

 

Molossidi

Molosso di Cestoni
Tadarida teniotis

Foto di Paolo Bonazzi

Pipistrello specializzato nella caccia in quota, è l'unico tra gli italiani ad avere la coda libera dal patagio.

Scheda dettagliata

Foto di Paolo Bonazzi

 

Per saperne ancora di più sui pipistrelli, italiani e non, vi consigliamo di dare un'occhiata anche a queste altre risorse.

  • Bat Distribution Viewer, a cura del Museum and Institute of Zoology of the Polish Academy of Sciences e IUCN Red List of Threatened Species. Un efficace strumento per visualizzare le mappe di distribuzione delle specie di chirotteri.
  • Iconografia dei Mammiferi d’Italia, edita dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dall’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica “A. Ghigi” - Chiroptera.
  • Lista Rossa delle Specie Minacciate IUCN.
  • Proposta di Lista Rossa Italiana delle Specie Minacciate - Chiroptera.
  • Systema Naturae 2000 - Classificazione Ordine Chiroptera.
  • Chiave Identificativa Illustrata dei Pipistrelli Europei a cura di Christian Dietz & Otto von Helversen: I parte - II parte.

SOS Pipistrelli

Clicca qui per avere maggiori informazioni sul recupero e qui per un elenco degli esperti chirotterologi presenti nelle diverse regioni italiane.

Seguici su Facebook!

Pippinforma

Iscriviti alla newsletter del GIRC!

Condividi contenuti

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.